AMORE, SESSO E FANTASIA

di Marco Paracchini

Oggi scrivo un articolo e lo faccio partendo senza premessa.

Ohibò, è mai possibile cominciare un articolo senza alcuna introduzione? Ebbene, visto che il titolo già la dice lunga partirei invece con una domanda: c’è distinzione tra sesso e amore?

Alcuni asseriscono di sì mentre altri sono assolutamente contrari. Pare tuttavia che la verità (come sovente accade) stia nel mezzo. Ora, senza entrare nel merito delle neuroscienze che è un’area di studio profonda, bellissima e complicata, cercherò di sintetizzare il tutto dicendo che c’è una parte cerebrale che coordina gli aspetti emotivi. Ho scoperto l’acqua calda? Sì, in parte. Dunque, per chi, come me, sa di essere ignorante in molti ambiti ma ha fame nel conoscere cose nuove, rimarrà sorpreso nello scoprire cosa può fare una sostanza chiamata feniletilammina (con una o due M, non importa, riconosciamola con la formula C8H11N). Questa ammina prodotta dall’encefalo è un neurotrasmettitore che coordina sensazioni inebrianti simili a quelli di una sostanza stupefacente. Vi siete mai sentiti inebriati dall’amore e/o da un rapporto sessuale? Ebbene, codesta sensazione parte tutta da lì e come uno schiaffo in faccia ci fa sentire assolutamente vivi. Se la C8H11N (così sembra meno poetica di quel che è, no?) ci propina uno sballo passeggero, la dopamina, che viene rilasciata sempre dal nostro cervello, ci dà il colpo finale: conosciuta ai più come “ormone dell’euforia” rilascia in noi una sensazione di estremo benessere e felicità.

Guardando quindi all’amore sotto un profilo prettamente scientifico possiamo prendere in considerazione una serie di circostanze che solitamente ignoriamo (per la nostra serenità), ma il sesso? Anche lui ha la sua parte importante poiché, durante l’amplesso, le sinergie psicofisiche ci portano a uno “stato mentale” euforico (parlo di amplesso di coppia, non di perversioni mentali). Tornando a noi, esiste quindi il sesso senza amore? Parlando con alcuni psicologi e neuroscienziati la risposta è sempre piuttosto sbilenca, mi spiego: nessuno prende mai una posizione ferrea (perché in fondo anche chi è addentro alle scienze della mente può subire il fascino del romanticismo), tuttavia la risposta è quasi sempre .

Può dunque una relazione basarsi solo sul sesso o solo sull’amore? Stando alla cosiddetta “chimica”, è naturale che possa insinuarsi, in due individui, l’estremo desiderio di unirsi in un rapporto carnale così come può essere naturale condividere tempo e spazio con una persona che non accende particolari interessi sessuali. È pur ovvio che l’equilibrio di una coppia deve basarsi su un insieme di queste due parti che, a loro modo, rivestono un’importanza fondamentale nella vita di relazione.

L’amore platonico lo lasciamo alla letteratura d’antan. 🙂

sex3

Come porsi dunque nei confronti del sesso e dell’amore?

Così come scritto nel precedente articolo a titolo “L’amore ai tempi di Instagram”, lo sbaglio che sovente si fa all’inizio di una relazione è quello di idealizzare un individuo (lo chiamo I.D.I.) che può spingerci verso “film mentali” lontani dalla realtà. Quante volte ci è successo di rimanerci male quando una persona che ci piaceva molto e ci creava sensazioni forti poi a letto è stata un fiasco? Il punto di partenza è sempre il medesimo di cui accennavo nell’articolo precedente: idealizzare una persona è sempre e solo un danno! Dovremmo quindi “obbligarci” a essere meno propensi alle fantasie che possono in qualche modo rovinare le aspettative. Queste infine sono la nostra vera rovina perché aspettandoci sempre qualcosa dal (presente o futuro) partner si finisce per essere delusi o feriti (nel sesso e nell’amore). Una mente elastica, ma soprattutto uno stato mentale positivo, attrarrà solo esperienze, persone e figure simili a noi che possano in qualche modo ricambiare le nostre esigenze. Ogni individuo necessita di attenzioni, soprattutto nel mondo contemporaneo, ma proiettare su una persona sconosciuta ideologie e peculiarità è un errore madornale: la corretta via per apprezzare l’amore e il sesso è sì viverlo con fantasia e devozione, ma solo una volta scoperta se la “chimica” è naturale e, soprattutto, neutrale tra le parti, senza aspettarsi alcunché. Emozionarsi ed essere euforici è un nostro diritto, ma un dovere rimane quello di non farci opprimere da pensieri che possono deteriorare il futuro di una bellissima relazione.

Voi che dite? 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...